Il sabato del Gran Premio di Thailandia, presso il circuito di Buriram, ha visto il team MV Agusta Temporary Forward Racing sfiorare quello che sarebbe stato il secondo approdo alle Q2 di stagione.
Stefano Manzi ha iniziato il turno di libere del mattino con gomma usata, girando con buoni tempi e registrando un feeling positivo in ottica gara; soltanto nel secondo run, dopo aver montato gomme nuove, ha dovuto desistere dall’attacco alle prime 14 posizioni della classifica combinata, a causa di una scivolata che gli ha fatto concludere anzitempo il turno.
Nelle qualifiche del pomeriggio, il pilota riminese ha migliorato il tempo del venerdì, ma questo non è bastato per permettergli un più che meritato accesso alla Q2, sfumato per soli 96 millesimi. Domani la sua gara partirà dalla settima fila in griglia.
Dall’altro lato del box lo svizzero Dominique Aegerter ha lavorato molto sull’ingresso in curva della sua F2, migliorando il feeling con l’anteriore e girando più veloce rispetto ai turni di ieri. C’è fiducia per una gara in rimonta che lo vedrà partire dall’ottava fila dello schieramento.

L’attesa giornata di domani prenderà il via alle 9:10 (ora locale) con il Warm Up, che precederà la gara che vedrà lo spegnersi dei semafori alle ore 12:20 (ora locale).

MV AGUSTA TEMPORARY FORWARD RACING TEAM IN NET AND CONSTANT IMPROVEMENT

The Saturday of the Grand Prix of Thailand, at the circuit of Buriram, saw the team MV Agusta Temporary Forward Racing approaching to what would be the second landing at the Q2 of the season.
Stefano Manzi started the morning free practice session with used tires, running with good times and recording a positive feeling in view of the race; only in the second run, with a new tires set, he had to desist from the attack to the first 14 positions of the combined standing, because of a slide that made him finish the session prematurely.
In the afternoon qualifying session, the rider from Rimini improved his time of Friday, but this was not enough to allow him a more than deserved access to the Q2, blurred by only 96 thousandths of a second. Tomorrow his race will start from the seventh row of the grid.
On the other side of the box, the Swiss Dominique Aegerter worked hard on the entry of his F2 into the corners, improving his feeling with the front and running faster than yesterday’s sessions. There is confidence for a comeback race that will see him start from the eighth row of the grid.

Tomorrow’s eagerly awaited day will start at 9:10 a.m. (local time) with the Warm Up, which will precede the race which will see the traffic lights turn off at 12:20 p.m. (local time).

Dominique Aegerter #77 – P22 1’36.249

“Oggi sicuramente non è andata come speravamo. Al mattino la pista era un po’ bagnata quindi non abbiamo avuto modo di migliorarci molto. Nelle qualifiche invece abbiamo fatto un passo avanti, abbiamo migliorato i tempi rispetto a ieri, ma non abbastanza per le Q2. Dobbiamo continuare a lavorare tutti insieme con atteggiamento positivo verso il progetto è in vista di domani. Anche piccoli miglioramenti sono importanti per noi. La gara domani sarà lunga e farà molto caldo, spero di riuscire a fare una buona prestazione e finire la gara a punti”.

“Today certainly did not go as we had hoped. The track was a bit wet in the morning so we didn’t get much better. In qualifying we made a step forward, we improved our times compared to yesterday, but not enough for the Q2s. We must continue to work together with a positive attitude towards the project and we are looking forward to tomorrow. Even small improvements are important to us. The race tomorrow will be long and it will be very hot, I hope I can make a good performance and finish the race in points”.

Stefano Manzi #62 – P20 1’36.034 

“Oggi sicuramente la giornata non è andata come speravamo. Stamattina siamo partiti molto veloci con le gomme usate, poi negli ultimi minuti del turno ho provato un treno di gomme nuove, ma sono caduto subito al primo giro e non sono più rientrato in pista, finendo le fp3 in 18esima posizione. Oggi pomeriggio mi sentivo bene in sella e ho migliorato il  tempo di ieri nelle fp2. Non sono riuscito ad entrare in Q2 per pochissimo e per questo sono un po’ insoddisfatto. Domani partirò ventesimo, ma ho un buon ritmo quindi spero di riuscire a fare una buona partenza e una buona gara”.

“Today definitely wasn’t the day we were hoping for. This morning we started very fast with used tires, then in the last minutes of the session I tried a set of new tires, but I crashed immediately on the first lap and I did not return to the track, finishing the FP3 in 18th position. This afternoon I felt good on the bike and I improved yesterday’s time in the FP2. I couldn’t get into Q2 for very little and that’s why I’m a little dissatisfied. Tomorrow I will start twentieth, but I have a good pace so I hope to make a good start and a good race”.

Milena Koerner – Team Manager

“Siamo tutti un po’ delusi di chiudere così la giornata. Dopo le buone prestazioni di ieri in tutte le sessioni libere, si sarebbero meritati di entrare in Q2. Purtroppo Stefano durante gli ultimi minuti delle FP3, quando è uscito per migliorare il tempo, gli si è chiuso l’anteriore ed è caduto e questo gli ha impedito di terminare il turno. Nel pomeriggio il pilota ha poi faticato a ritrovare il feeling e ha preferito essere prudente, ha provato a migliorarsi verso la fine delle qualifiche ma c’era una curva della pista bagnata che lo ha rallentato . Dominique allo stesso modo oggi ha lavorato bene, si è concentrato nel migliorare le sue sensazioni con l’anteriore e velocizzare l’ingresso in curva della sua F2. Ha migliorato i suoi tempi rispetto a ieri e per questo siamo fiduciosi per domani.
Sicuramente non sono le posizioni a cui aspiravamo, però la gara è domani e ci aspettiamo una buona rimonta di entrambi; faremo di tutto per mettere i nostri piloti nelle migliori condizioni possibili per far si che diano il massimo”.

“We’re all a little disappointed to end the day like this. After yesterday’s good performance in all free sessions, they deserved to enter Q2. Unfortunately Stefano during the last minutes of the FP3, when he went out to improve the time, closed the front and crashed and this prevented him from finishing the session. In the afternoon the rider struggled to regain the feeling and preferred to be cautious, he tried to improve towards the end of qualifying but there was a wet corner of the track that slowed him down. Dominique also worked well today, focusing on improving his feeling with the front and speeding up the entry of his F2 into the corners. He improved his times compared to yesterday and so we are confident for tomorrow.
Surely these are not the positions we were aiming for, but the race is tomorrow and we expect a good comeback from both; we will do everything we can to put our riders in the best possible conditions to make sure they give their best”.

Categorie: 2019